Come risparmiare sulla spesa fino al 70%? Dove conviene fare acquisti tra supermercati, discount, mercati o negozi di alimentari? In questa Guida gratuita darò una risposta pratica a queste domande.

Prima di iniziare serve però fare due precisazioni:

1) Come detto anche nell’articolo sul “come rispamiare soldi: la mia guida definitiva per “tagliare” in maniera intelligente“, l’obiettivo non è risparmiare su tutto ma essere efficaci, ovvero “tagliare” solo là dove serve, senza avere un impatto negativo sul proprio stile di vita (salvo situazioni particolari dove, magari per un certo periodo, si è costretti a fare tagli drastici).

2) Nonostante il tema del “come risparmiare sulla spesa” sia molto ampio e comprenda numerose categorie (spesa alimentare, spesa per la casa, spesa per l’igiene e la bellezza personale, spesa per lo svago e lo sport, etc), questo articolo pone l’accento sulla spesa alimentare. Perché? Perché la spesa per gli alimenti rappresenta una parte cospicua delle spese di casa e soprattutto perché “risparmiare sul cibo” richiede un occhio di riguardo in più visto che parliamo di cose che mangiamo.

Ok, ora che abbiamo chiarito quali siano i nostri obiettivi, non aspettiamo oltre, vediamo subito qualche regola generale da seguire!

bilancio familiare

Come risparmiare sulla spesa: regole generali

1) Fai una lista della spesa e rispettala

Ti descrivo una scena che in passato mi capitava di vivere prima di seguire questo consiglio.

<<Si va al supermercato con l’idea di comprare una o due cose (di partenza)… dopo più di un’ora di giri per le corsie, io e la mia ragazza arriviamo in cassa. “Avremo comprato tutto?” mi chiedo; “Sì dai, non credo spenderemo neanche troppo” mi rispondo da solo (mentre dal carrello continuano a cadere degli alimenti incastrati malamente e la mia ragazza li raccoglie). “Sono 223 euro” mi dice la commessa… “Porca miseria…non mi ero accorto di aver comprato tutti questi alimenti! Bè ne avremo per un bel pò da mangiare!” penso tra me e me.

Preso dalla curiosità arrivati in auto mi metto a leggere la lista sullo scontrino e leggo: coni gelato, brioches, grissini, piadine, pizze surgelate, formaggi, bibite, patatine da friggere, etc… insomma, una lista di cose di cui potevamo fare a meno, costose, ma soprattutto nemmeno salutari. E poi guardando meglio… “noooooo, non abbiamo comprato le uova ed eravamo venuti per quelle…”>>.

Ti è mai capitata una situazione simile? Probabilmente è capitata a tutti almeno una volta nella vita ed ecco perchè arrivo a sostenere quanto segue…

Primissima regola del “bravo esperto della spesa” (di solito sono le donne a farla):

fai una lista delle cose da comprare
(man mano che finiscono in casa)

Così facendo, è possibile avere sempre la situazione sotto controllo. Non uscire mai senza quella lista, custodiscila e difendila a costo della tua vita, perché lei salverà le tue tasche da spese di alimenti superflui 😉

Scrivi la tua lista di cose da comprare in modo dettagliato, indicando ad esempio i quantitativi o la marca se te la ricordi (in modo che chiunque possa comprendere perfettamente cosa comprare).

Una volta completata la tua lista è il momento di tenere bene a mente la seconda regola di un “bravo esperto della spesa”:

tutto ciò che non è scritto su quella lista non va acquistato!

Questa semplice regola ti permetterà di ottenere due grandi vantaggi:

  1. Non comprare sull’onda della fame o della golosità. Se come la maggior parte delle persone lavori almeno 8 ore al giorno e quindi ti restano come orari utili solo la pausa pranzo o prima di cena, la lista limiterà la tua voglia irrefrenabile di acquistare preso dalla fame. Potresti avere lo stimolo di comprare qualsiasi cosa tu veda…
  2. Rispettare le scelte alimentari per prenderti cura della tua salute. Se hai scelto di scrivere alcuni alimenti sulla lista e non altri, probabilmente è perchè stai privilegiando un certo tipo di “dieta” piuttosto che un’altra. Fare quindi una spesa alimentare diversa da quella che avevi preventivato ti farebbe andare contro la tua volontà oltre che contro le tue tasche.

2) Porta le buste della spesa da casa

Quali vantaggi potresti avere portandoti le buste da casa? Vediamoli insieme…

Minor impatto ambientale. Ebbene sì, io al mio pianeta ci tengo e nel mio piccolo cerco di non “inquinarlo” ulteriormente, o quanto meno tenerlo pulito il più possibile per le mie possibilità. E portarmi le buste da casa è uno sforzo davvero da poco, che aiuta l’ambiente!

Una spesa gratis all’anno. Seguimi nel ragionamento e sono certo che resterai stupito perchè non ci hai mai fatto troppa attenzione 😉 Ipotizziamo che tu vada 3 volte la settimana a far la spesa e che compri sempre almeno 2 buste perchè te le dimentichi a casa. Se una busta costa 0,10 euro e tu ne prendi 2 per ogni spesa che vai a fare, alla fine della settimana avrai speso 0,60 euro. Moltiplica il dato per le 52 settimane dell’anno ed avrai speso 31 euro!!!

Portandoti sempre le buste da casa avrai quindi risparmiato i soldi per fare una piccola spesa “gratis” 😉 Lo so che non parliamo di cifre astronomiche, ma sono comunque soldi (risparmiati) non sprecati.

Hai un riferimento visivo a guidarti. Quando vai a fare la spesa prendi il carrello ed apri al suo interno le buste che hai portato da casa. Man mano che compri gli alimenti mettili già nelle buste in ordine, in questo modo avrai un riferimento visivo di quante cose stai acquistando. Questo “trucchetto” ti aiuterà tantissimo a limitarti ed a risparmiare sugli acquisti inutili.

3) Tieni traccia di ciò che spendi

Prima dell’avvento di internet, dei computer, dei cellulari e delle app, i nostri genitori tenevano traccia in modo rigoroso delle loro uscite su di un apposito “quaderno delle spese”. Così facendo realizzavano un loro bilancio familiare grazie al quale sapevano esattamente quanti soldi stavano spendendo e come.

Oggi, come allora (e forse ancora di più), è FONDAMENTALE tenere traccia delle proprie entrate/uscite così da saper gestire bene i propri guadagni, risparmiare e soprattutto evitare problemi economici.

Se non sei tra quelli che tengono già i propri conti, ho preparato per te 3 video gratuiti che ti aiuteranno a tenere la tua contabilità in meno di 1 minuto al giorno. Clicca qui per visualizzare i 3 video gratuiti.

Come risparmiare facendo la spesa al Supermercato

La maggior parte di noi, almeno una volta al mese, va in uno dei supermercati o ipermercati della propria zona per fare la spesa “grossa” e per cercare di prendere tutto ciò che potrà servire da lì ad un mese.

Partendo da questa idea, qui di seguito metterò sotto la lente d’ingrandimento solamente i prodotti alimentari che si possono comprare al supermercato, per scoprire insieme quelli che possono essere alcuni vantaggi e quelli invece che sono i “pericoli” per le nostre tasche.

Vantaggi nel fare tutta la spesa alimentare al supermercato

Comodità. Avere tutti i prodotti alimentari e non, racchiusi in un unico centro commerciale è senza ombra di dubbio molto comodo. Ci evita di dover andare in tre o quattro posti diversi a fare la spesa, perchè troviamo nello stesso luogo dalla frutta e verdura ai giocattoli, dalle bevande ai surgelati… Leggerai però più avanti che, sia dal punto della qualità che dal punto di vista puramente economico, non conviene fare tutta la spesa al supermercato…

Ampia scelta. Per esempio, quante marche differenti di pasta trovi? O ancora, quante marche diverse di bevande? Puoi scegliere di comprare la marca più pubblicizzata e pagarla di più, oppure comprare una sottomarca e risparmiare. La vastità di scelta è enorme… Il tema della marca blasonata e della sottomarca (più o meno blasonata, ma della stessa qualità della più pubblicizzata) è un punto che affronterò più nel dettaglio nel paragrafo dedicato ai Discount, ma potrai tenerne benissimo conto anche per i supermercati.

Offerte e promozioni. Nei centri commerciali sono molto frequenti le offerte (sconti fino al 50% ed a volte anche di più) e le promozioni (quella classica è il “prendi 3 e paghi 2”). Queste opportunità sono ottime per risparmiare sulla spesa e leggerai tra poco un paragrafetto dedicato proprio a questo tema.

Compra soprattutto alimenti di prima necessità e risparmierai sulla tua spesa. Cosa si intende con “prima necessità”? Si intendono i seguenti alimenti: pasta, uova, spezie, riso, latte. Perchè conviene comprarli al supermercato? Perchè come ti anticipavo tra i vari vantaggi, hai a tua disposizione un’ampia scelta e potrai comprare diverse “sottomarche” di qualità o marche in offerta o in promozione, risparmiando diversi soldi. Inoltre comprare queste materie prime, che di solito hanno scadenza lunghe, ti permette di fare magazzino e di acquistarne di più quando sono scontate, senza il rischio di doverle buttare via perchè vanno a male.

Qualche riga meritano anche tutte le spezie “casalinghe”, ovvero tutte quelle piantine che possono essere coltivate in autonomia nelle nostre case. Alcuni esempi classici sono il basilico, il rosmarino, la menta, la salvia, il prezzemolo, etc. Qui più che un discorso di risparmio è più un consiglio dato per la freschezza della spezia e per la soddisfazione che si prova quando si mette in tavola qualcosa che viene “dalla propria terra” 😉

I “pericoli” da evitare quando compri al supermercato

Ebbene sì, nonostante tutti i metodi disponibili per risparmiare sulla spesa, il supermercato nasconde sempre anche dei pericoli legati a 2 vantaggi che abbiamo visto a poco fa.

Se ti stai chiedendo il perchè, due vantaggi vengano visti anche come due possibili pericoli, ti rispondo subito spiegandoti quali sono e motivandoti la risposta 😉

Troppa comodità e troppa scelta portano a comprare più del dovuto. Ricordi le 2 regolette del “bravo esperto della spesa”? Esatto, fare sempre una lista e non comprare nulla che non sia scritto lì sopra.

Ecco, ora cerca di ripensare a quando entri in ognuna delle corsie di un supermercato ed inizi a vedere tante tante (ma tante) cose diverse, tutte racchiuse nello stesso luogo e con una scelta vastissima… Hai già capito vero??? Ti sto per dire che sarà difficile rispettare al 100% quella lista che hai fatto, perchè la tentazione di comprare tante altre cose sarà fortissima.

Voglio però rassicurarti perchè dopo le prime volte che magari ti sembrerà difficile rispettarla, con il tempo migliorerai fino a non sentire più la tentazione di sforare dal budget che ti sei preposto.

Offerte pericolose. Che cosa intendo? Non è che un’offerta sia buona o cattiva o una pericolosa ed una non pericolosa. Il senso di questo rischio sta nel valutare bene prima di lasciarsi andare all’acquisto di un alimento in offerta.

Prima di tutto verifica la data di scadenza e se è troppo vicina potrebbe non convenirti comprarlo anche se scontato. Poi valuta se è un alimento che mangerai di sicuro perchè abituale sulla tua tavola o se c’è il rischio di lasciarlo nel frigo o nella dispensa a scadere. Insomma, l’offerta deve essere vista come un’opportunità da valutare e da sfruttare, non come un obbligo da perseguire 😉

(Hai già messo il like all’articolo e lo hai condiviso? Le informazioni importanti cominciano ad essere davvero tante 😉 )

Dopo aver visto insieme i vantaggi ed i pericoli dei supermercati, vediamo qualche utile consiglio da seguire per risparmiare sulla spesa ed ottimizzare i costi ed il risparmio.

1) compra a lunga scadenza

Un’ottima precauzione è quella di comprare a lunga conservazione o alimenti con scadenze lontane. In questo modo riuscirai ad evitare gli sprechi di cibo, facendoli scadere in dispensa o in frigo.

Naturalmente non sarà possibile acquistare tutti alimenti a lunga conservazione, ma tu cerca di calcolare al meglio le scadenze con quello che potrà essere un tuo menù ipotetico del mese. Inconsapevolmente quasi tutte quante le famiglie ne hanno uno…

Se ci pensi bene, probabilmente, anche tu mangi alcuni piatti più di altri e questo perchè ti piacciono particolarmente o perchè sono facili da preparare.

Qualunque sia la ragione, una volta individuati questi piatti che vengono ripetuti più volte, avrai davanti a te una sorta di menù da cui potrai cogliere delle indicazioni utili per gli alimenti da non far mancare nella tua spesa.

2) sfrutta le promozioni e gli sconti

Driiiiiiinn (è il campanello) “pubblicità in buca”…

Ecco, quello che per tanti rappresenta una rottura di scatole, per te può rappresentare un vantaggio notevole.

Nonostante per la maggior parte delle persone sfogliare i giornalini della pubblicità possa sembrare uno spreco di tempo, per altri sono una vera e propria opportunità di risparmio grazie alle promozioni proposte. Vediamo insieme qualche esempio in cui queste pubblicità possono tornare a tuo vantaggio.

sconto del 50% di una nota marca di yogurt… “Wow, mi tocca approfittarne, così potrò regolarizzare il mio intestino” potresti esclamare gioiosamente… e ancora…”ne compro 4 confezioni da 15 yogurt così avrò risparmiato tantissimo”… Ecco, in casi come questi con alimenti che hanno scadenze abbastanza vicine, evita di comprare grandi quantità o rischierai di buttarne via la metà, mandando in fumo il tuo risparmio.

Sconto del 50% di rotoloni di carta igienica che non finiscono mai??? (Ti prego di passarmi questa battutaccia che leggerai tra poco…) Ecco, dopo tutti quegli yogurt, questa sì potrebbe essere un’offerta da sfruttare per comprarne più del dovuto e tenendo da parte per il futuro la carta igienica in eccesso ;P

3) Sfrutta i coupon

Hai mai sentito parlare dei coupon per risparmiare anche un 50%-70% sulla tua spesa? Se “sì”, sai dove andarli a trovare e quali siano i “trucchi” per utilizzarli al meglio?

Se non hai risposto “Sì”a tutte e due le domande qui sotto troverai una lista (completa) per avere le idee chiare e sfruttare quella che è una reale risorsa nelle mani del consumatore attento.

Prima di proseguire ci tengo a farti una precisazione importante…

La lista che potrai scaricare più avanti prende spunto dal video delle iene e ti mette a disposizione diversi siti dove poterti informare e dove poter stampare i coupon che ti interessano. L’unico consiglio che mi sento di darti mentre guardi il video è di prepararti carta e penna per prendere appunti.

Che cos’è un coupon e come utilizzarlo

Un Coupon è un buono scaricabile dagli appositi siti (e come promesso vedremo tra poco quali sono) che ti darà la possibilità di risparmiare sulla spesa presentandolo in cassa. Una volta trovato il coupon che ti interessa, non ti resterà che stampare questo semplice foglio di carta.

Utilizzarli è molto semplice e nel video sopra riportato è spiegato in modo molto chiaro. Inoltre, hai visto come un’ottima strategia, sia quella di utilizzare i coupon sui prodotti che si trovano già in offerta in modo da andare a risparmiare ulteriormente, arrivando ad un totale del 70% in alcuni casi.

Quali sono i supermercati dove sfruttare i coupon

Qui di seguito ti riporto una lista abbastanza nutrita di supermercati che mettono a disposizione sul loro sito i coupon ed alcune marche anche rinomate.

Naturalmente, i siti in questione, per scaricare questi coupon ti richiederanno di lasciare i tuoi dati personali e di iscriverti alla loro newsletter per restare sempre informato.

CLICCA QUI PER LA LISTA DEI SITI DOVE SCARICARE I COUPON GRATIS

I Discount: una valida alternativa ai supermercati

I discount sono un tipo di supermercati che per definizione vendono merce a prezzo più basso rispetto ad altri negozi. In questo articolo, come già anticipato fin dal principio, noi metteremo sotto la lente solo la qualità dei prodotti alimentari, per i quali essi sono diventati famosi.

Originariamente i discount erano un luogo sfruttato soprattutto da chi non ricercava necessariamente i prodotti di marca, ma che non voleva in ogni caso rinunciare alla qualità. All’inizio venivano frequentati per la spesa all’ingrosso, ma sempre di più vengono scelti anche per la spesa quotidiana.

Ancora oggi, oggetto di alcuni pregiudizi legati alla qualità dei prodotti (da parte di qualcuno), i discount alimentari hanno però cominciato a prendere piede, essendo ormai frequentati da ogni tipo di persona (anche da coloro che appartengono a ceti più agiati e addirittura dai ristoratori).

Vediamo insieme la fondatezza o meno di questi pregiudizi, ovvero che nei discount la qualità del cibo “non sia buona” o quanto meno scadente…

Prodotti di sottomarca (ma di buona qualità)

Se ti dicessi che può capitare che i prodotti di marca e quelli di sottomarca abbiano in realtà la stessa casa produttrice? Non pensi anche tu che verrebbero a cadere i pregiudizi sulla qualità dei prodotti dei discount?

Devi sapere che spesso i discount si servono di marchi di fantasia per i propri prodotti e questo gli permette di avvalersi di diversi vantaggi:

  • possibilità di creare opposizioni cromatiche nell’esporre i prodotti
  • possibilità di cambiare, se necessario, il fornitore
  • identificazione non immediata fra la catena ed il prodotto in vendita

Vediamo insieme un esempio di prodotto di marca e di sottomarca e scopriamo chi lo produce.

Quello che vedrai tra poco è il riso acquistabile da Lidl, in offerta a 0,69 Euro.

Riso Carosio: Sai chi lo produce?

Carosio

La marca si chiama Carosio, ed effettivamente potrebbe suonarti anonima e trasmetterti scetticismo. Ma dando un veloce sguardo all’etichetta potrai scoprire che si tratta di un riso commercializzato dal “Dott. Scotti” in persona.

carosio retro

Il produttore di Carosio è la Riso Scotti S.p.A., con sede ad Arcole (VR).

Capito? È solo una questione di packaging (confezionamento).

Qui di seguito ti riporto alcune liste consultabili direttamente sugli indirizzi internet riportati, in modo da metterti al corrente di chi siano i produttori dietro alcune marche dei discount.

CLICCA QUI PER LA LISTA DEI PRODOTTI DI QUALITA’ ACQUISTABILI AL DISCOUNT

Per maggiori dettagli e per la lista completa dei produttori dei prodotti a marchio ESSELUNGA clicca qui.

Se non sei ancora del tutto tranquillo, l’argomento ti interessa e desideri approfondire e conoscere i produttori dei più famosi discount (ed anche supermercati) visita il sito IoLeggoLetichetta. 

Una volta stabilito che la qualità dei prodotti di sottomarca è buona, allora, perchè nei discount costano meno?

PERCHÉ I PRODOTTI DEI SUPERMERCATI DISCOUNT COSTANO MENO

La caratteristica fondamentale dei discount sono i prezzi bassi ed è dovuta a precise scelte commerciali, che possono essere:

  • minor assortimento
  • vendita di marche meno conosciute
  • abbattimento dei costi per l’allestimento e il personale
  • negozi di superficie minore
  • abbattimento del guadagno percentuale (con lo scopo di aumentare il guadagno totale puntando al volume di vendita)
  • ottimizzazione dei sistemi di approvvigionamento e distribuzione

Per eliminare i pregiudizi sui discount ti propongo “un gioco”, ovvero entrarci e comprare.

Fai la spesa nel tuo solito supermercato di marca per una settimana.

La settimana successiva vai a comprare le stesse cose in uno dei discount.

Ti basterà confrontare gli scontrini per abbattere gli ultimi pregiudizi.

Otterrai un risparmio che va dal 30 al 50% sulla spesa ed è notevole.

Il discount non è un negozio per poveri, né per “emarginati sociali”. Al discount, ad oggi, ci vanno tutti perchè risparmiare è un dovere ed un diritto 😉

Cosa invece comprare al mercato (o nei negozi di alimentari sotto casa)

Al mercato non è possibile fare una spesa completa (e forse nemmeno consigliabile), ma certamente è possibile comprare degli alimenti sani, freschi e gustosi ad un buon prezzo.

Ma non solo la qualità di ciò che acquistiamo è migliore, infatti comprare alcuni alimenti come frutta e verdura al mercato, ci permette anche di risparmiare parecchi soldi rispetto agli ipermercati ed ai supermercati.

1) Compra (se puoi) frutta e verdura di stagione

Non c’era nulla di meglio di una bella immagine chiara ed utile di quali frutti e quale verdura acquistare ed in quale stagione.

Mangiare tanta frutta e verdura fa bene e costa anche relativamente poco. Il giusto mix tra le due, mangiate nelle giuste dosi, dona energia e salute al nostro corpo, aiutandoci notevolmente nella prevenzione e nella lotto contro tutti i mali.

2) Vai al mercato ogni 2 o 3 giorni (e compra poco)

Un famoso detto recita: “il troppo stroppia”

Nel nostro caso, parlando di frutta e di verdura, più che stroppiare, quantità troppo elevate rischiano di marcire, vanificando così il risparmio che avevamo ottenuto.

Abbi quindi la cura di scendere ogni 2 o 3 giorni a fare la spesa e di comprare giusto gli alimenti che cucinerai da lì a pochi giorni.

Negozietti alimentari: non rinunciare al tuo pescivendolo ed al tuo salumiere e/o macellaio di fiducia

Senza perdere di vista l’obiettivo dell’articolo, ovvero metterti al corrente dei modi su come risparmiare sulla spesa, il consiglio che voglio darti è di non rinunciare a comprare la carne ed il pesce “freschi”, piuttosto che surgelati al supermercato.

Perchè ti dico questo? Perchè i consumi consigliati di carne e di pesce alla settimana sono tali per cui non vadano ad impattare nè sui livelli di salute (sto parlando della carne rossa) nè tanto meno sulle tue tasche.

Naturalmente, a seconda dei tuoi consumi settimanali di carne, valuta se puoi avere la convenienza di prenderne una certa quantità dal macellaio ed un’altra quantità invece surgelata al supermercato. Ogni caso è a sè 😉

Un altro utile consiglio: non buttare gli avanzi

Ricordi le materie prime che hai comprato al supermercato? Qui soprattutto le uova ti saranno utilissime con gli avanzi. Se dalla sera precedente avanzano verdure, carne o persino piatti prelibati di pasta, ti consiglio di utilizzare le uova come collante per cucinare delle buonissime frittate di avanzi. Frittate che potrai consumare l’indomani a pranzo o a cena.

Se vuoi un’alternativa a queste frittate o non sei solito avanzare nulla a tavola, come ho già scritto nell’articolo come risparmiare soldi: la mia guida definitiva per “tagliare” in maniera intelligente, un ottimo modo per risparmiare soldi è quello di prepararti il pranzo al sacco se svolgi un lavoro d’ufficio ed hai la possibilità di mangiare lì dentro.

Ricapitolando

Allora, ricapitoliamo insieme che cosa hai visto in questo articolo che ti ha messo a disposizione diverse informazioni su come risparmiare sulla spesa:

  • abbiamo visto alcune regole generali da seguire tra cui la più importante è quella di preparare una lista della spesa.
  • abbiamo visto cosa comprare al supermercato, quali vantaggi ci sono e quali siano i pericoli da evitare se vogliamo risparmiare. In più nel dettaglio abbiamo visto come sfruttando le offerte, le promozioni ed i coupon, sia possibile pagare fino al 70% in meno.
  • poi abbiamo analizzato come i prodotti dei discount siano di qualità pur costando meno rispetto a quelli di marca, con un guadagno da parte nostra sui prezzi fino al 50%.
  • infine, non volendo rinunciare alla freschezza dei prodotti come verdura, carne e pesce, ci siamo concessi di acquistarli al mercato o nei negozietti alimentari appositi piuttosto che al supermercato.

Tutte queste informazioni, contenute in una guida gratuita studiata e scritta apposta per permetterti di risparmiare sulla spesa diversi soldi.

Se hai la necessità di risparmiare anche in altri ambiti ti consiglio di leggere il mio articolo dedicato al risparmio 😉

Arrivato a questo punto, spero che tu abbia trovato la guida utile e ti ringrazio per il like che mi hai dato (non me l’hai ancora dato??? Sto scherzando naturalmente! Ma se ti va, se hai apprezzato questo articolo che ha richiesto decine di ore per essere scritto, sappi che un like sarebbe il modo migliore per farmi capire che hai gradito) e ti invito a commentare con le tue esperienze personali e con spunti che possano essere utili per tutti 😉

Una buona spesa ed in bocca al lupo per il tuo risparmio, “che la tua lista sia con te!!!”

Christian Roncarolo

Scrivi qui il tuo commento

Tuo commento

Inserisci il tuo nome e la tua mail
per scaricare i 3 video gratis.

Trattiamo i tuoi dati in conformità alla Legge sulla Privacy. Iscrivendoti confermi di averla letta e accettata.

Controlla la posta elettronica (se non trovi nulla, dai un'occhiata allo SPAM)

Shares
Share This