In questo breve articolo abbiamo racchiuso alcuni consigli molto importanti su come risparmiare sull’assicurazione auto, sia che tu debba rinnovare la tua polizza sia che tu stia pensando di cambiare auto.

Per questa guida lasciamo nuovamente la parola a Daniele Stroppiana, consulente assicurativo del gruppo UnipolSai Assicurazioni e appassionato del tema “risparmio”. Daniele ha già scritto diversi articoli per noi e tutti hanno riscosso un ampio interesse. Per questo gli abbiamo chiesto di aiutarci a capire come risparmiare su questa esigenza parecchio sentita.

bilancio familiare

Se da qui a pochi mesi dovrai rinnovare la tua assicurazione auto e stai cercando la meno costosa, potrai leggere 7 facili consigli da seguire fin da subito per risparmiare soldi 😉

Quello da cui voglio partire però, è il caso in cui tu stia pensando di cambiare auto o acquistarne un’altra, perché vedremo che ci sono sempre delle valutazioni da fare a monte per non avere brutte sorprese con l’assicurazione.

Come risparmiare sull’assicurazione auto se stai acquistando una macchina nuova/usata

Quando valutiamo di cambiare macchina o di comprarne una in più rispetto a quelle che già possediamo, la nostra attenzione si sposta sul miglior affare da concludere. Facciamo il giro di tutti i concessionari o contattiamo più privati per capire se la macchina che ci interessa sia in buono stato. Capita così, purtroppo, di trascurare alcune importanti valutazioni da fare a monte.

Una su tutte è: a chi intestare l’auto nuova per evitare di pagare tantissimo di assicurazione?

Prima di entrare nel vivo della risposta occorre vedere insieme sulla base di quali fattori viene quotato il Prezzo dell’RCA (Responsabilità Civile Autovetture).

La regola principale da tenere a mente come se fosse una poesia è la seguente:

“Il Costo ed il Rischio dell’assicurazione sono quotati sul Proprietario dell’Auto”.

Uno degli errori più frequenti infatti è pensare che il prezzo dipenda da chi stipula la polizza (cioè dal contraente) ma non è così.
Il grosso del Rischio e di conseguenza anche il Prezzo vengono infatti calcolati sul proprietario del veicolo.
Questo vuol dire che prima di intestare un’auto a qualcuno piuttosto che a qualcun’altro (in famiglia) sarebbe bene farsi fare dei preventivi per valutare su chi possa convenire di più.

Risparmiare sull’assicurazione auto grazie all’Attestato di Rischio

Per quali motivi una persona può convenire di più piuttosto che un’altra?

Il motivo principale dipende dall’attestato di rischio. Questo altro non è che un documento digitale personale caricato dalle compagnie assicurative che attesta la tua classe di merito, ovvero il rischio nell’assicurare il tuo profilo sulla base degli utlimi 5 anni in cui sei stato assicurato.

Quindi il prezzo tiene conto se hai fatto incidenti o meno. Ma non solo, tale attestato è anche quotato e tarato sulla tua età e sul tuo Comune di residenza.

attestato rischio incidenti

Ecco spiegato perché non è possibile paragonare i prezzi su situazioni simili per auto o per attestati di rischio, perchè ogni situazione è assolutamente a sè.

Abbiamo detto che l’attestato di rischio si basa sugli ultimi 5 anni in cui sei stato assicurato e per farlo come ben sai, utilizza delle classi di merito che vanno dalla 14 alla 1.

Più la tua classe di merito sarà vicina o uguale a 1 e minore sarà il prezzo che andrai a pagare per la tua assicurazione auto.

Un altro fattore importante è se tutti e 5 gli anni precedenti sei stato assicurato o se il tuo attestato di rischio presenta dei “vuoti”. Questo potrebbe avvenire se guidavi un veicolo di cui non eri proprietario. Oppure se per 3 anni hai lasciato la tua auto in garage e non hai circolato senza assicurarti più.

Un altro caso particolare è dovuto alla “Legge Bersani”.

Ovvero, anche se tu fossi in classe 1 ti potresti ritrovare a pagare di più rispetto ad altri. Questo perché usufruendo della Legge Bersani pur acquisendo la prima classe (di un familiare convivente) il prezzo della polizza potrebbe essere più alto del solito perché alcune Compagnie la valutano e quotano per i primi 5 anni come una classe “non meritata” ma solo acquisita.

attestato rischio bersani

Un ragazzo di 20 anni in Classe 1 pagherà di più rispetto ad un uomo di 45 anni in classe 1, per la differenza dei loro attestati.

Va detto però che è sempre meglio usufruire della Legge Bersani e pagare qualcosina di più, piuttosto che entrare in classe 14 e pagare MOLTO di più 😉

Come risparmiare sull’assicurazione auto se devi rinnovare la tua polizza?

Ora che abbiamo fatto un po’ di chiarezza su come venga calcolato il prezzo dell’RCA vediamo insieme i 7 consigli che ti permetteranno di risparmiare da subito sull’assicurazione auto.

Alcuni consigli che leggerai potrebbero sembrarti “troppo semplici”, eppure sono proprio quelli che possono davvero fare la differenza per centinaia di euro nel prezzo finale di una polizza auto.

Altri spunti invece, potresti seguirli già in parte; in questo caso devo farti i miei complimenti perché significa che hai già capito come cavartela in questa difficile materia quando si parla di assicurazioni e dei rischi collegati agli errori che si possono fare 😉

1) Non aspettare che la tua polizza scada

Non arrivare agli ultimi giorni della scadenza della tua assicurazione auto, ma ritagliati del tempo per contattare il tuo assicuratore qualche giorno prima. Se il suo preventivo di rinnovo non ti convincerà sarai in tempo per fare dei preventivi in giro già qualche giorno prima.

Naturalmente molto dipende dal servizio che hai ricevuto dal tuo consulente, poichè potresti esserne così soddisfatto da non guardarti attorno affatto.

2) Se ti sei trovato male, compara tra più compagnie

Se, e solo se, ti sei trovato male per qualche ragione con il tuo assicuratore o con la compagnia per cui lavora, compara tra le varie compagnie online e non. Mi raccomando però, è molto importante che tu inserisca (o richieda) le stesse e identiche garanzie, sennò la comparazione perde di significato.

Fai attenzione a ciò che ti sembra uguale ed invece è solo simile, perché potrebbe incidere in modo significativo in caso di incidente. Lo dice anche la pubblicità che “le assicurazioni si assomigliano tutte” ma attento, assomigliarsi non vuol dire essere identiche 😉

Se hai qualche dubbio e ti farebbe piacere ricevere un parere tecnico esterno, io resto a tua disposizione, puoi contattarmi sulla mia pagina Facebook cliccando qui 😉

3) Risparmia fino al 20% sull’RCA grazie alla scatola nera

La scatola nera per le auto, “volgarmente” chiamata Gps, è un’occasione più unica che rara se sei un automobilista “virtuoso” che fa pochi Km e che non fa incidenti.

Queste due caratteristiche fuse insieme ti permetteranno di risparmiare da subito circa il 20% sull’Rca e nel futuro prossimo di ottenere maggiori sconti tarati in base ai Km effettivi che percorrerai con il tuo veicolo.

In questo caso l’occasione è ghiotta e non hai nulla da perdere perchè la scatola nera ti aiuterà sia in caso di incidente per richiedere il soccorso stradale che per velocizzare la localizzazione dell’auto in caso di furto.

4) Leggi il Contratto o il Preventivo e fai domande se hai dubbi

Scegli con oculatezza le garanzie da inserire nel contratto e leggi sempre prima se ci sono franchigie o scoperti.

Purtroppo è usanza comune non farsi inviare una foto del preventivo cartaceo ma ci si “accontenta” di farci scrivere le garanzie e di sapere il prezzo. Questi sono proprio i casi più frequenti in cui il rischio di avere una brutta sorpresa in futuro aumenta.

È un attimo dimenticarsi una garanzia, non richiedere una copertura importante o non controllare quali franchigie ci sono state inserite per farci “una assicurazione economica”.

Inoltre, avere il preventivo cartaceo ti da la possibilità di fare domande mirate e di sciogliere ogni eventuale dubbio per vivere più sereno e goderti la guida della tua automobile in sicurezza.

5) Accetta consapevolmente dei compromessi

Una volta che ti sarai fatto inviare il preventivo cartaceo potrai fare tutte le valutazioni del caso.

Se per esempio troverai il prezzo ancora troppo alto potrai valutare di inserire scoperti e franchigie a tuo carico qualora dovessi avere un sinistro.

Personalmente lo sconsiglio sempre, ma ogni situazione è a sé e ci sono clienti che decidono che correre il rischio valga la pena.

Un consiglio che dò sempre è il seguente:

“Per le automobili con un valore inferiore ai 4.000 € garanzie come Eventi Naturali ed Atti Vandalici-Sociopolitici costano “molto” e servono poco. In questo caso faccio spesso desistere i miei clienti dal mettere queste garanzie e faccio risparmiare loro quei soldi;  diversamente glieli faccio utilizzare per dare una tutela maggiore al nucleo famigliare non solo alla guida”.

Un “Bravo Consulente” deve cercare di consigliare ed ottimizzare al meglio le possibilità di spesa del suo cliente 😉

6) Chiedi uno sconto e/o sfrutta le promozioni attive

Se pensi di “meritartelo ;P” e dal tuo punto di vista il tuo assicuratore “non ti tratta più bene come una volta…” prova a chiedergli uno sconto sulla polizza.

Ti rivelo un piccolo segreto… (anche se all’apparenza va contro di me)

“Un assicuratore non ha mai piacere di perdere un cliente e farà sempre il possibile per tenerselo e far sì che questo sia felice e parli bene di lui ai suoi amici”.

Per ciò che mi riguarda cerco di trattare tutti i clienti come se facessero parte della mia famiglia.

Faccio vedere loro sempre il “prezzo a tariffa”, gli aumenti della polizza che ci sarebbero stati e poi gli faccio sempre un’offerta già scontata. Questo perché aiutare il prossimo a capire e a scegliere è per me davvero un piacere.

Capita però alle volte che nonostante il mio servizio, la mia disponibilità e il mio sconto, alcuni clienti trovino un’offerta migliore della mia (per qualche ragione o che la reputino tale) e che preferiscano privilegiare il prezzo rispetto al nostro rapporto…

Ebbene, quando questo accade, il consulente ha dalla sua parte ancora un piccolo Jolly da giocarsi e che starà a te valutare se positivo o meno…

Può infatti proporti di affiancare alla tua polizza auto un’altra piccola assicurazione per richiedere alla Compagnia per cui lavora uno sconto aggiuntivo, dimostrando che sei un ottimo cliente.

Questo caso rientra nelle Promozioni particolari che la Compagnia mette a disposizione a noi assicuratori e che noi proponiamo solo nel momento in cui il cliente è davvero propenso a sfruttare a suo vantaggio queste speciali offerte.

Quindi la prossima volta che non sarai totalmente soddisfatto del prezzo per la tua assicurazione auto prova a chiedere: “c’è qualche offerta o promozione da poter sfruttare?” 😉

7) Scegli il frazionamento annuale se puoi sostenerlo

Se c’è una cosa che personalmente non mi piace, è l’idea di “avere debiti” con qualcuno… Nel caso delle mie spese fisse e della mia assicurazione cerco sempre di pagare tutto quanto annualmente perché costa meno.

Ecco perché anche ai miei clienti se possibile consiglio e propongo sempre il pagamento annuale della loro assicurazione.

Devo ammettere però, che essendo io un Partita Iva, nei mesi in cui devo pagare le tasse e versarmi i contributi, avere anche grosse cifre annuali da tirare fuori in toto può essermi scomodo… Ecco che, in questi casi, se anche tu hai qualche grossa spesa da pagare negli stessi mesi della scadenza della tua polizza auto, pagarla semestrale (pur con il sovrappremio che solitamente va dal 3% al 5%) può essere consigliabile a discapito del risparmio.

Un’altra soluzione utile, ma che non tutte le compagnie permettono di fare, è la rateizzazione tasso zero. Capita cioè che tu paghi la polizza annualmente e che ti vengano anticipati i soldi da una società terza, la quale li recupererà poi dal tuo SEPA (il vecchio Rid bancario) ogni mese con interessi 0.

A questo proposito ogni Compagnia ha i suoi metodi di pagamento quindi ti consiglierei di informarti con il tuo consulente prima di dare per scontato ciò che leggi qui 😉

Considerazioni Finali sui Consigli su come Risparmiare sull’Assicurazione Auto

Bene, siamo arrivati alla fine di questo articolo su come risparmiare sulla polizza auto ed è il momento di fare il punto e di tirare le somme.

Nella prima parte hai letto di quanto sia importante ragionare a monte su chi convenga o meno intestare l’auto.

Abbiamo visto poi insieme che cosa sia la Legge Bersani e l’importanza di avere un attestato di rischio completo senza incidenti.

Infine, attraverso 7 Facili consigli da seguire abbiamo ragionato sulle opportunità di risparmio a tua disposizione.

Queste 7 messe, sono tanto semplici quanto efficaci e vedrai che ti aiuteranno da subito a pagare meno sulla tua polizza auto. Non darle per scontate e seguile passo passo per usufruire dei loro vantaggi.

Non mi resta che salutarti ed augurarti il meglio, un abbraccio dal “Tuo” Assicuratore senza Sorprese 😉

Vuoi fare una domanda a Daniele o avere il suo supporto per la tua assicurazione auto? Contattalo sulla sua pagina Assicurazioni Senza Sorprese.

Scrivi qui il tuo commento

Tuo commento

INSERISCI IL TUO NOME E LA TUA MAIL PER VEDERE IL VIDEO

Trattiamo i tuoi dati in conformità alla Legge sulla Privacy. Iscrivendoti confermi di averla letta e accettata.

Controlla la posta elettronica (se non trovi nulla, dai un'occhiata nello SPAM)

Share This